DON’T U DARE

Svegliato da un sonno leggero e prepotente ho vissuto il passato, il presente e il futuro.
Ho intereptrato un nuovo me ogni tempo e ho faticato affannosamente alla ricerca del vero me senza averlo trovato. Spaventato e estenuato giaccio pregando:
 
OH MIA MATRIOSKA,
AMPLIFICATE EMOZIONI SI ACCAMPANO IN TE
COLLAUDATO RUOLO DI ESTROSE PERSONALITà
 
OH MIA MATRIOSKA,
CHI SARAI OGGI, QUALE SEGRETO SCEGLIERAI DI NASCONDERE
AGLI ALTRI SUPERSTITI DI QUESTA TERRA
 
OH MIA MATRIOSKA,
NON OSARE FINGERTI UN DIO
NON INDOSSARE LE MENSOGNERE SPOGLIE
DELLE DIVINITà
 
OH MIA MATRIOSKA,
DAI ALLA LUCE IL FIGLIO CHE TIENI IN GREMBO
PARTORISCI IL DEGENRERO
 
OH MIA MATRIOSKA,
PARTORISCI ME.
 
Esausto cerco chi possa capire.
 

1 commento su “DON’T U DARE”

  1. ciao miky…non ti arrabbiare ma ho gemellato il tuo blog col mio…secondo me hai molto da dire,è giusto che chi passa da me ti legga.
    dal mio cuore al tuo cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *