Come As You Are

Come As You Are

 

Pregando il Dio che non conosco

mastico parole imbarazzate

mentre filtrano dalle mie cavità giudizi

che mi aprono, ribaltano e lasciano cadere a terra

tramortito.

 

Io continuo testardamente a vivere l’illusione

Maledetta, sia tu illusione, che senza timore

Giochi con il mio cuore come se non potesse mai cedere.

 

Specchi dell’anima si aprono davanti a me

Mostrano ciò che non riesco a guardare

E tu che scruti me sei così….

Così come tu sei e come io non sono.

 

Dita affilate come lame

Frantumano

la visione che ho di me

la visione che ho di te

si fa confusa la visione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *